Single Blog Title

This is a single blog caption

TORNA

libri autoprodotti
libri autoprodotti
8 Nov 2017

Sempre più scuole stanno iniziando ad usare libri autoprodotti

/
Comments0
8 Nov, 2017 / 0 commenti

Il “Movimento delle Avanguardie Educative” ha avviato recentemente una campagna di sensibilizzazione che ha come scopo quello di incentivare la sostituzione e/o l’integrazione dei tradizionali testi scolastici di testo con libri autoprodotti.

Le scuole promotrici delle linee guida per l’implementazione e integrazione dei libri spiegano meglio la situazione:

Noi crediamo che la scuola debba necessariamente evolversi. Esistono delle nuove tecnologie che possono essere usate per semplificare la vita a tutti gli studenti. Per esempio ancora oggi i bambini devono andare a scuola con zaini pesantissimi, con quaderni e libri per ogni materia. Se un genitore vuole acquistare tutti i libri didattici il prezzo da pagare è molto elevato. Sono passati i tempi del sussidiario, ma il libro di testo di carta è ancora visto come l’unico strumento didattico disponibile, e per noi questo è assolutamente anacronistico.

Ed ancora:

Ormai da alcuni anni sappiamo che l’adozione dei libri di testo scolastici non è più obbligatoria e tutte le adozioni che saranno effettuate dovranno essere un misto tra cartaceo e digitale. Cosa significa tutto questo? Significa che per le classi si aprono moltissime possibilità. Potranno continuare con i classici libri di testo, oppure adottare degli ebook gratuiti open source o anche scegliere di seguire i testi autoprodotti dalla scuola stessa e dagli stessi insegnati.

Alla domanda “L’idea di libro deve essere ripensata?”, questa è la risposta ricevuta:

Si, assolutamente. Deve essere ripensata e adattata al giorno d’oggi. Esistono tecnologie che sembravano impossibili e che sono alla portata di tutti, i libri potranno avere contenuti multimediali, link, video e immagini esclusive. Gli studenti potranno interagire in maniera attiva con il libro. Dal punto di vista dell’apprendimento abbiamo fatto passi da gigante, ma dobbiamo accettare questa tecnologia. Non è vero che i libri elettronici sono difficili da seguire o non permettono di concentrarsi. L’ebook mette in discussioni delle cose che si credevano immutabili, l’essenza stessa dell’apprendimento. Non si può ostacolare il progresso, il futuro è sempre più digitale.

Difficile dare torto a queste parole, e gli effetti della campagna di sensibilizzazione stanno iniziando ad arrivare. Sempre più scuole stanno iniziando ad integrare i libri di testo cartacei con libri autoprodotti e scritti dagli stessi insegnanti, in collaborazione con gli studenti. Questo cambiamento ha molti punti a favore:

  • Gli insegnanti si sentono parte attiva del processo didattico, maggior coinvolgimento che porta a maggiore autostima e motivazione.
  • Gli studenti sono coinvolti in prima persona nella stesura dei libri, possono fare capire cosa amano studiare e cosa no. Maggiore interattività.
  • I testi saranno calibrati per la classe, in quanto saranno scritti dal personale docente che si occupa della classe assegnata.
  • Grande riduzione dei costi per tutti.

Usando un tormentone di internet si può dire che “Autoproduzione is the new libri di testo?” Si. Integrando i libri cartacei (spesso datati) con testi freschi e aggiornati si riuscirà a modernizzare la scuola, introducendo un’innovazione che è destinata a lasciare il segno.

CONDIVIDI

RECENSIONI INSEGNANTI

Lascia un commento

La nostra politica per le recensioni

Tutte le recensioni sono autentiche. Il team ScelgoLibro si impegna a verificare che i contenuti siano rilevanti ed appropriati.